Amare se stessi

Amarci guarisce e ci fa felici. Ed è il miglior regalo che possiamo offrire agli altri...!!!

separador
Caricatura de Ziggy, acerca del Aquí y Ahora, por Tom Wilson

Il momento presente, è l’unico istante in cui tutte le cose succedono, racchiude un vero tesoro di pienezza, allegria e pace che solo a volte sperimentatiamo, in alcune circostanze eccezionali.

Il flusso costante dei nostri pensieri, questo incessante dialogo interno che occupa sempre la nostra attenzione, ci separa dall’unica (e meravigliosa!) esperienza reale: vivere pienamente il momento presente.

Sperimentare coscientemente ogni sensazione del nostro corpo, dei nostri sensi, interrompe (anche se brevemente) questo dialogo interno che è la estenuante attività dell’ego.

Qualunque azione può realizzarsi se riponiamo l’attenzione nel corpo, nei movimenti che compiamo, nella respirazione e nella grande quantità di informazione che riceviamo attraverso i sensi e che, normalmente, trascuriamo considerandola poco importante, irrilevante…

Camminando, per esempio, possiamo concentrarci sui nostri movimenti, realizzandoli deliberatamente, a volte con una certa lentezza, in modo tale che non ci sia nulla che risulti “automatico”, attenti alla nostra respirazione e ad ogni sensazione o impressione derivante dai nostri sensi. La vista, per esempio, ci regala moltissime informazioni.

Questo istante – il momento presente – è l’unico che esista realmente. Il passato e il futuro sono concetti astratti che non possono essere sperimentati.

A tutti gli effetti pratici c’è un solo luogo importante in tutto l’Universo e un unico momento di interesse in tutta la Eternità:

Qui ed Ora

Axel Piskulic

Le scene seguenti sono tratte dal film “Peaceful warrior” (“Il guerriero pacifico” o anche “Il cammino del guerriero”, basato sulla vita dell’atleta – e poi scrittore – Dan Millman), che descrive la relazione tra un singolare Maestro ed il suo discepolo.
L’insegnamento riguarda la sospensione del dialogo mentale incessante, l’esperienza di vivere pienamente il momento presente…

Scene del film “Il guerriero pacífico” (o anche “Il cammino del guerriero”), che descrive la relazione tra un singolare Maestro e il suo discepolo.

Il tasto “CC” disattiva i sottotitoli 

La caricatura è di Tom Wilson.

Traduzione articolo di Alessandro Tralli
Traduzione video di Chiara Franchini
  1. Daniela ha detto:

    Sto approdando allo yoga e alla meditazione, e cercando la meditazione che recita “momento presente, momento meraviglioso” sono approdata qui! Grazie grazie grazie! Guarderò e ascolterò questo film!

  2. Giordana Alberti ha detto:

    Meraviglioso di effetto strepitoso e di profondità stupenda.

  3. Irene Z. Gilmore ha detto:

    Perché si teme tanto la morte? Forse per il fatto che di fron­te allo spettro del trapasso ci si apre a tanti interrogativi come… dove andrà a finire il nostro corpo? che cosa ci atten­de al momento della disgregazione della nostra carne mor­tale? quale sarà il nostro futuro?… in una parola: si accresce l’inquietudine dell’incertezza e dell’imprevisto per il quale vor­remmo conoscere in anticipo che cosa ne sarà di noi. Con­temporaneamente però il timore del trapasso viene accresciuto dai vincoli di sicurezza che ci legano al mondo presente; le sicurezze economiche come le certezze terrene o il fatto stes­so di godere delle cose di questo mondo su cui anche incon­sapevolmente riponiamo le nostre certezze costituiscono un grosso appiglio ormai inevitabile in quanto ci hanno vincola­ti alla terra, ed è, pertanto, penoso il solo pensiero di dovercene separare per un futuro che costituisce la nostra inco­gnita. A tutto questo c’è da aggiungere l’inquietudine e la paura per determinate situazioni familiari precarie quali, ad esempio, la moglie che resta vedova con parecchi figli a cari­co, quella determinata situazione economica familiare a cui nessuno al mio posto farà fronte, e altro ancora.

  4. Terry ha detto:

    Ciao mi chiamo Terry, insegno yoga, qualche mese fa ho caricato un video su you tube, una sequenza ‘Shanti Virabhadrasana’ o ‘Guerriero pacifico’… così ho scoperto per caso l’esistenza di questo stupendo film.

    Le scene scorrono lente e danno il tempo di riflettere sulle battute, un film chiaro, lessico pulito, nessuna vogarità.

    Merita d’esser visto almeno una volta, io ad essere sincera l’ho guardato due volte per cogliere tutte le sfumature…

    Ringrazio questo sito e condivido l’idea di amare se stessi.

    Terry

  5. Chiara ha detto:

    Ciao Paola, da una ricerca mi risulta che la versione italiana di “Peaceful warrior” é “La forza del campione”. Buona visione!

  6. Paola Franchini ha detto:

    Vorrei sapere se esiste tutto il ”IL GUERRIERO PACIFICO” con sottotitoli in italiano. Grazie.

  7. Paola Franchini ha detto:

    Stupendo…

line